I cittadini kurdi di Afrin rapiti dalle bande jihadiste

La sostituzione etnica del cantone kurdo prosegue tra caos e violenze. Gli scontri armati tra i gruppi di mercenari ex Isis, alleati della Turchia, si susseguono per contendersi i beni e le abitazioni degli sfollati. Intanto tra i mercenari è nata la prassi dei rapimenti per ottenere un riscatto.

Cala l’oblio sui crimini della Turchia ad Afrin

Il Consiglio Democratico Siriano ha pubblicato un rapporto dettagliato sui crimini di guerra commessi dall’esercito turco e dai loro associati jihadisti, da quando è iniziata l’aggressione di Afrin che ha portato all’occupazione della città.

Saccheggiata Afrin dai barbari turchi in nome della jihad

Saccheggi, violenze, vessazioni sono questi gli ingredienti usati dalle bande jihadiste, partners della Turchia, nel cantone di Afrin. Intanto Human Rigth Watch denuncia il governo di Ankara per le deportazioni dal confine della Turchia alla città siriana di Idlib. Ma il popolo curdo non si arrende è passa alla resistenza.

Il saccheggio di Afrin

A pochi chilometri dalla completa occupazione di Afrin dell’esercito turco con le sue bande jihadiste, ex Isis ed al Qaeda, cerchiamo di capire in quali condizioni sta vivendo questo brutale genocidio il popolo residente.

Il popolo kurdo resiste alla pulizia etnica turca

I bombardamenti massicci sulla popolazione nel cantone nord-siriano di Afrin non sono riusciti a scalfire la resistenza delle unità di combattimento, che impediscono ai mercenari jihadisti di avanzare sul terreno. Intanto il sultano Erdogan intrattiene uno scambio di accuse con gli Stati Uniti che appoggiano i combattenti kurdi.

E’ partita la pulizia etnica turca contro il popolo kurdo

Sono iniziati gli attacchi ai villaggi attorno Afrin, nella Siria del Nord. Gli abitanti, minacciati dall’esercito turco, sono costretti a lasciare le loro case: l’annuncio di una vicina escalation contro il Rojava è stato fatto. Il Kurdistan National Congress (KNK) ha emesso un appello per la protezione di Afrin dagli attacchi esterni.

La guerra dei kurdi in Siria per una democrazia dal basso

di Marco Marano Sostenuti militarmente dagli USA e osteggiati da Turchia, Russia, Iran e governo siriano, il popolo kurdo continua a combattere sul campo, per la propria indipendenza. Bologna, 18 settembre 2017 – Il 22 settembre 2017 nei tre cantoni della Federazione Democratica della Sira settentrionale, si terranno le consultazioni per l’elezione dei Co-Presidenti comunali, secondo quanto…

WEBDOC: Morire Per Essere Un Giorno Liberi

Ideazione e post produzione Renato djR Amata Re made in Bologna, Italy 21 sett. 2016 Produzione: Ass. p. s. Orchestra Do Mundo Redazione: Radio Cento Mondi Project Credits: Viyan Peyman – Kobane 2015 AFPES – Bombardeos sobra Kobane Skrillex – Kyoto Pretty Lights – Let’s Get Busy   GUARDA IL WEBDOC SU YOUTUBE

Kombatt Kurdish

 La storia di un popolo che combatte da un secolo per avere riconosciuto il proprio Stato, per questo fatto passare come terrorista dalla Turchia, che gli ha impedito di varcare le proprie frontiere per andare in aiuto dei propri fratelli a Kobane, assediata dall’Isis.