E’ iniziata la farsa delle elezioni libiche

Dovrebbero tenersi il 24 dicembre le elezioni presidenziali e parlamentari in Libia, volute a tutti i costi dalla comunità internazionale per creare una falsa stabilità funzionale agli interessi petroliferi. Così la carnevalata che si appresta a svolgersi vede come candidati due uomini accusati di crimini contro l’umanità, per cui si preannuncia per la Libia un’altra…

Elezioni in Bolivia: Luis Arce vince contro la destra golpista

A un anno dal golpe che ha defenestrato Evo Morales, il suo Movimento per il Socialismo si riprende la presidenza al primo turno, grazie al voto popolare. di Marco Marano Bologna, 19 ottobre 2020 – Il candidato del Movimento per il Socialismo (MAS), Luis Arce, ha ottenuto una schiacciante vittoria alle elezioni presidenziali di ieri,…

In Bolivia la destra allo sbando: esce di scena la presidente Áñez

di Marco Marano In seguito agli inequivocabili sondaggi che danno il Movimento per il socialismo vincitore al primo turno alle elezioni presidenziali del 18 ottobre, i partiti che fanno riferimento al governo golpista, che non è riuscito oltre a manipolare la scadenza elettorale, rimescolano le carte, imponendo l’uscita di scena della leader di carta, al…

Bolivia: un paese bloccato dallo scontro sociale

di Marco Marano Da dieci giorni le organizzazioni sociali hanno fermato il paese, attraverso il blocco della rete viaria, mediante picchetti permanenti, per protestare contro il governo de facto, che ha spostato in ottobre, in modo costituzionalmente arbitrario, la data delle elezioni presidenziali. Bologna, 12 agosto 2020 – Stanno cercando di reprimere con la violenza…

Elezioni siciliane – Aci Castello: dalla Lega al Pd col sindaco Scandurra

di Marco Marano Un sindaco, ex fascista di Alleanza nazionale, affiliato ad un capocorrente dem del catanese, fa confluire, dentro sette liste, gli amici degli amici provenienti da Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia, che hanno boicottato  la candidata sindaco di centro-destra, legata agli apparati metropolitani. Bologna, 29 aprile 2019 – Da un’insieme di situazioni…

Le elezioni truccate in Turchia: inizia la dittatura costituzionale

La vittoria del Sultano Erdoğan alle elezioni presidenziali in Turchia è stata ottenuta con arresti arbitrari, attacchi violenti alle opposizioni, bombardamenti dei villaggi kurdi, silenzio mediatico delle opposizioni, due milioni di schede elettorali in più, che girovagavano qua e là per i seggi. Tutto per arrivare appena al 52 per cento dei consensi…

Il Presidente vince in Turchia le elezioni del terrore

 Il partito di Erdogan guadagna la maggioranza assoluta in parlamento, tra strategia del terrore, repressione della libertà di stampa, censura dell’opposizione, gas lacrimogeni e misteri sullo svolgimento elettorale: un nuovo dittatore è pronto ad entrare nell’Unione Europea.