Avviata in Bolivia l’inchiesta contro i poliziotti artefici del golpe

La rielezione di un presidente socialista ha innescato il nuovo processo rigenerativo delle forze di polizia, ma nel frattempo è stata avviato il procedimento inquisitorio contro i poliziotti artefici del golpe del 2019.

di Marco Marano

Bologna, 3 dicembre 2020 – Lo aveva promesso il nuovo presidente socialista della Bolivia, Luis Arce, subito dopo il suo insediamento, che la polizia non dovrà mai più essere protagonista di un colpo di stato contro un governo legalmente eletto: “Non possiamo avere, mai più, agenti di polizia che bruciano i simboli nazionali, non possiamo avere agenti di polizia che intraprendono azioni per andare contro un governo democratico e legalmente costituito, ciò non dovrebbe mai più accadere e ciò sarà possibile solo mentre la nostra Polizia sarà governata. secondo i principi costituzionali”.

Una nuova stagione democratica

Così, dopo la nomina dei nuovi vertici della polizia, e dell’esercito, che ha inaugurato una nuova stagione dal punto di vista generazionale, con il colonnello Jhonny Aguilera comandante in capo delle forze dell’ordine, e Jaime Alberto Zabala comandante in capo delle forze armate, il direttore nazionale della Direzione generale delle indagini interne della polizia (Digip), il colonnello Néstor Villca, ha annunciato che il 26 novembre scorso è stato aperto il processo investigativo contro gli ufficiali di polizia impegnati nel golpe del 2019.

Le indagini sono state avviate in seguito ai documenti forniti dall’ex ministro del governo di Evo Morales, Carlos Romero, con la divulgazione dell’elenco degli ufficiali di polizia che hanno partecipato al golpe.

La dottrina al servizio del popolo

Il comandante Aguilera ha ufficializzato le indagini in corso nelle mani della Magistratura e della stessa polizia. Non solo ma contemporaneamente è allo studio una serie di norme stringenti, o per meglio dire una vera e proprio dottrina, che impedisca alle forze dell’ordine “disordini futuri”.

Fonte: Opinion

Credit: ABI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.