L’altra America: smascherato il falso storico del ‘diritto alla difesa’ di Israele

La sinistra sandersiana del partito democratico americano, in queste drammatiche ore, lancia forte la sua denuncia, nei confronti dell’inquilino della Casa Bianca, tesa a smascherare la propaganda sionista del diritto alla difesa di Israele, dato che è stato proprio il governo Netanyahu ad attaccare il popolo palestinese con l’esproprio violento delle abitazioni palestinesi a Gerusalemme Est, continuando la sua azione illegale di occupazione , violenza e apartheid.

di Annalisa Calí

Catania, 16 maggio 2021 – Negli ultimi giorni, in tantissime città americane, la gente sta scendendo in piazza per supportare e mandare solidarietà al popolo palestinese, attraverso manifestazioni ed eventi, affinché questa situazione di violenza cessi al più presto per non fare più vittime di quanto già non ne abbia fatte.

La guerra avviata dagli sfratti volenti

Lo sfratto dei palestinesi nel quartiere di Sheick Jarrah è una chiara violazione della Quarta Convenzione di Ginevra. Facciamo appello all’amministrazione Biden affinché mandi il più forte dei messaggi diplomatici ad Israele, affinché si astenga dal demolire le case dei palestinesi”.

È questa la richiesta, quasi disperata, che un gruppo di democratici, membri della Camera dei Rappresentanti, rivolge al Segretario di Stato americano Anthony Blinken. Tra loro ci sono delle personalità di spicco, ci sono voci di donne che gridano alla giustizia e al rispetto dei diritti umani.

Umanità negata

Rashida Tlaib, figlia di immigrati palestinesi, è la prima donna islamica ad essere eletta al congresso statunitense per il distretto del Michigan. Fa quasi fatica a trattenere le lacrime mentre afferma che non vi è nessuna riconoscenza per l’umanità dei palestinesi.

Parlo a nome di milioni di americani che sono al mio fianco contro l’uccisione di ogni singola vita, di bambini uccisi. Piango per tutte le vite perse a causa di questa situazione insostenibile.”

Il diritto di sopravvivere

Alexandra Ocasio-Cortez, la quale ha vinto nel 2020 le primarie del Partito Democratico del quattordicesimo Distretto di New York, richiama con coraggio la complicità e il coinvolgimento degli Stati Uniti per la violazione dei diritti umani: “gli Stati Uniti devono riconoscere il loro ruolo nella ingiustizia e nella violazione dei diritti dei palestinesi. Questo non riguarda entrambe le parti, questa è una disuguaglianza del potere. Il presidente e molte altre figure affermano che Israele ha il diritto di difendersi, i palestinesi non hanno il diritto di sopravvivere?”

I palestinesi non hanno diritto di difendersi

Tra loro è presente anche Ilhan Oman, rappresentante del Minnesota e attivista a difesa di tutti i diritti riguardanti religione, orientamento politico e sessuale. Le sue parole attaccano ancora una volta Israele;“…quando difendiamo i cittadini israeliani per fargli avere pace e sicurezza, come possiamo, allo stesso tempo, ignorare i 5 milioni di palestinesi che vivono sotto un’occupazione? Quando affermiamo che Israele ha il diritto di difendersi, come possiamo ignorare le demolizioni di case, la violenza dei coloni e l’annessione forzata dei territori appartenenti ai palestinesi? come possiamo dirgli che non hanno il diritto di difendersi?”

Uno stato di apartheid

Altri personaggi influenti palestinesi stanno dando voce al loro popolo e tra essi, vi è anche Mohammed El-Kurd, poeta e scrittore palestinese, la cui famiglia è stata cacciata dal quartiere di Sheikh Jarrah di Gerusalemme. Dopo essere stato intervistato alla CNN, le forze israeliane lo hanno arrestato e vietato di rientrare nella sua abitazione. Ha espresso parole di forte preoccupazione: “grazie ai social media la gente si sta svegliando e si sta rendendo conto che Israele è uno stato di apartheid che tratta i palestinesi senza umanità.

FONTI: Institute for middle east understanding, AP , Democracy Now

Credits: Ahmad Gharabli/AFP

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.