L’assassinio di fine anno in Colombia: un insegnante delle comunità rurali

il

di Marco Marano

Si chiude il mostruoso bilancio in Colombia delle centinaia di leader sociali trucidati, mentre la presidenza si gira dall’altra parte.

Bologna, 30 dicembre 2020 – Non potevamo chiudere questo anno senza registrare l’ultima delle 308 vittime barbaramente assassinate in Colombia nel 2020 tra comunità i cui leader sono diventati carne da macello, proprio dopo la firma degli accordi di pace, in un territorio, oggi, super militarizzato.

Il pericolo dell’istruzione

Luis Alberto Anay era un insegnante della comunità di El Chontal, municipalità di Tumaco, nel dipartimento colombiano di Nariño. Si impegnava quotidianamente a portare l’istruzione nei luoghi più remoti del comune. Lavorava non solo con i bambini ma anche con gli anziani di quel territorio, per cui era diventato un punto di riferimento.

Dilaniato dalle violenze subite

Era andato via a pescare il 22 dicembre, da allora si erano perse le sue tracce. La sua barca, con il pescato in decomposizione, è stata ritrovata dopo qualche giorno. Da quel momento sono scattate le ricerche, fin quando il suo cadavere è stato ritrovato giorno 27, dilaniato dalle violenze subite.

La denuncia delle organizzazioni sociali

A darne la notzia è stata una rete di organizzazioni sociali, che a gran voce chiedono una inchiesta seria: Red de Derechos Humanos del Pacífico Nariñense (REDHPANA), Colectivo Sociojurídico Orlando Fals Borda (Colectivo OFB), Comité de Solidaridad con los Presos Políticos (CSPP), Corporación Reiniciar y, Instituto de Estudios para el Desarrollo y la Paz (Indepaz).

La violenza contro le comunità rurali

La denuncia riguarda anche le violenze sistematiche contro le comunità indigene contadine: omicidi, sparizioni forzate, sfollamenti di massa, aggressioni, minacce, stigmatizzazioni. Da quello che dicono le organizzazioni che hanno denunciato l’assassinio dell’insegnante, nel mese di dicembre sembra ci sia stata una recrudescenza delle violenze.

Per tali ragioni la rete di organizzazioni sociali chiedono al presidente della Repubblica Iván Duque di esprimersi chiaramente sulla mattanza in atto…

FONTE: Telesuer, Colectivo OFB

Credit: Colectivo OFB

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.