Palestina

Tregua in Palestina: le maschere della tragedia di un popolo straziato

di Marco Marano

Foto di Asem Ahmed, dal canale Facebook

Dichiarato il cessate il fuoco, il nuovo attacco israeliano sulla striscia di Gaza, ordinato dal primo ministro uscente Netanyahu, mirato a colpire un comandante della Jihad islamica, ha riacceso il conflitto israeliano-palestinese, consumando una tragedia dove ogni personaggio in scena è la rappresentazione del cinismo che sta consumando un popolo.

Asem Ahmed_22

Bologna, 14 novembre 2019 – L’organizzazione palestinese Jihad islamica ha annunciato, all’agenzia Reuters, il cessate il fuoco entrato in vigore all’alba di questa mattina, a cui si è arrivati tramite la mediazione dell’Egitto.

Asem Ahmed_16

In due giorni di guerra e di attacchi aerei israeliani sono morte 34 persone, tra cui donne e bambini. Dall’altra parte, i lanci di missili del Jihad islamico ha prodotto 63 feriti. E poi decine e decine di case, fattorie e scuole distrutte dentro quel carcere a cielo aperto che è la striscia di Gaza.

Asem Ahmed_1

L’accordo dovrebbe prevedere che le fazioni palestinesi debbano “mantenere la pace” durante le manifestazioni di protesta, mentre dall’altra parte Israele s’impegnerebbe a non sparare sulla folla…

Asem Ahmed_23

C’e da dire che in questa “guerra dei due giorni” il conflitto si è sviluppato tra lo stato di Israele e solo una delle organizzazioni militari palestinesi, Jihad islamica appunto, in seguito all’omicidio mirato del comandante Bahaa Abu al-Ata e di sua moglie.

Asem Ahmed_21

Sempre di più ormai la guerra, che si concentra sulla striscia di Gaza, sembra il risultato dei posizionamenti politici di quelle che sembrano maschere di una tragedia senza fine, di cui a farne le spese è il popolo palestinese martoriato.

Asem Ahmed_4

C’è la maschera del primo ministro, in difficoltà nel proprio paese, per gli scandali di corruzione che hanno travolto lui e la sua famiglia.

Asem Ahmed_20

La sua forza politica alle ultime elezioni si è così indebolita che deve ritrovare  il potere attraverso la benevolenza di avversari, contendenti, falchi,  smontando il tentativo del primo ministro incaricato del partito Blu-Bianco, Benny Gantz.

Asem Ahmed_12

E’ chiaro che la guerra con i palestinesi è per lui uno strumento di posizionamento politico. Con una guerra è riuscito a ricompattare l’opinione pubblica e  tutte le forze politiche in questa fase di schermaglie per la formazione del nuovo governo.

Asem Ahmed_7

La sua è stata una guerra funzionale a conquistare un posto di rilievo nel nuovo governo, esorcizzando possibili condanne per i processi pendenti per corruzione.

Asem Ahmed_10

Poi ci sono le due fazioni islamiche palestinesi… La jihad Islamica odiata dai falchi e dai servizi di sicurezza israeliani, che tramite alle operazioni di intelligence hanno avviato la politica degli assassini mirati, strategia che ricompatta tutta Israele, dal popolo al sistema di potere.

Asem Ahmed_8

Hamas invece, che dal 2007 governa la striscia di Gaza è stata a guardare, poiché sono mesi che cerca una via pacifica con Israele per migliorare le condizioni del “carcere a cielo aperto”.  disinteressato alla guerra jihadista è stata a guardare.

Asem Ahmed_15

L’Autorità Autonoma palestinese, cioè il governo fantoccio del presidente Abu Mazen, che non si capisce proprio cosa ci stia a fare.

Asem Ahmed-10

Infine vi è al-Sisi, il dittatore militare egiziano, i cui diplomatici hanno fatto da mediatori per il cessate il fuoco. Che un despota come al-Sisi si erga a pacificatore è di per sé è un ossimoro, data la situazione in Egitto…

Asem Ahmed_13

FONTI: Al Jazeera, il manifesto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: