Repubblica Democratica del Congo

Rabbia e costernazione dopo l’attacco al contingente Monusco nella Repubblica Democratica del Congo

da  download 10/12/2017

Le ombre persistono dopo la morte di 15 caschi blu delle forze di pace tanzaniane nel Nord Kivu. I miliziani a cui è attribuito l’attacco formano una “organizzazione segreta” e violenta, e agiscono su un vasto territorio.

monusco

Le precise circostanze della morte di quindici caschi blu delle forze di pace tanzaniane di giovedì 7 dicembre, in una delle zone più travagliate dell’enorme Repubblica Democratica del Congo, erano ancora da definire sabato.

La valutazione dell’assalto, attribuito ai militanti ugandesi musulmani delle forze di difesa alleate (ADF), potrebbe ancora aumentare. Il presidente della Tanzania, John Magafuli, ha detto che il suo paese è “senza notizie di altri due soldati” del contingente tanzaniano, che ha anche 44 feriti.

Organizzazione segreta

L’attacco è avvenuto nel territorio di Beni, nella provincia orientale del Nord Kivu, dove l’ADF aveva già ucciso 25 civili il 7 ottobre, così come altre tre forze di pace tanzaniane. Questo stesso territorio è stato insanguinato da massacri di civili tra il 2014 e il 2016, già attribuiti agli “islamisti” dell’ADF.

“L’ADF è un’organizzazione estremamente segreta che aderisce a un rigido codice di disciplina interna e mantiene stretti legami storici con altri gruppi armati nella regione”, secondo il “Kivu Security Barometer” di Human Rights Watch e Human Rights Watch Group sul Congo.

“Siamo in una delle aree più problematiche della RDC”, sostiene il ricercatore francese Thierry Vircoulon, il quale ritiene che il massacro di Beni non siano mai stati chiariti e che l’ADF possano esserci altrettanto facilmente degli agenti per “operazioni di contrabbando tra la RDC e l’Uganda”.

“I caschi blu non fanno più paura”

Regolamento di conti con le forze di pace tanzaniane in un contesto di economia di guerra e traffico di oro e minerali? Mancanza di sicurezza delle forze di pace, mentre la Repubblica Democratica del Congo attraversa un forte tumulto politico? Tra diverse ipotesi, il ricercatore “osserva che le forze di pace non fanno più paura. Tutti i miliziani dell’Africa centrale hanno capito che possiamo sparargli addosso”.

Il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, ha chiesto alle autorità congolesi di indagare sull’attacco e “consegnare tempestivamente i suoi istigatori”.

Una delegazione di Monusco è prevista per visitare la scena dell’attacco di giovedì per una valutazione. Una delegazione tanzaniana dovrebbe visitare Goma, la capitale del Nord Kivu, martedì, ha riferito una fonte dell’esercito congolese all’AFP.

Notizia   e credits AFP

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...