THE VOICE OF DISSENT HISTORY – La costruzione della paura

Paure collettive e senso comune in questa epoca sono andati a nozze. Scopriamo che ogni popolo ha le sue paure, le quali diventano senso comune al di là del reale pericolo che quella realtà esprimono. Il senso comune della paura è forse un modo come un altro per mantenere e garantire il controllo della società.

By Generale Marijuana

New York, 26 luglio 1953

La paura come realtà artificiale

Se la nostra epoca si regge sulla paura è proprio la paura a diventare la principale oppressione nella mente dell’individuo. Una paura strisciante, che consente di far vacillare le certezze e rimette tutto in discussione.

Se la giustizia sociale, quella che garantirebbe i più deboli dai sopprusi di quel gruppo di potenti che in questo momento vogliono controllare il mondo attraverso le coscienze dei singoli individui, venisse confusa con la paura, questa sarebbe la più grande delle manipolazioni. 

Ma alla fine sarebbe manipolazione di piccoli uomini, perché solo piccoli uomini possono creare realtà artificiali finalizzate al loro stesso potere: il male… Ma la paura spesso è sfuggevole, per quanto relativa alla realtà di ogni popolo.

Se sulla paura della morte atomica gli americani hanno costruito il loro senso comune, quale può essere la paura degli italiani? Forse nessuna. Quando un popolo esce massacrato da una guerra, è il passato la sua paura…

Ed è per questo che c’è bisogno di minare dalle fondamenta il senso comune, affinché le infrastrutture del potere mantengano il controllo…

Le infrastrutture del Potere ed il senso comune

In Italia, il controllo di queste le ha in mano il blocco di potere Stay Behind. Allora possiamo rispondere alla domanda che ci siamo posti a fine marzo: a cosa gli serviranno mai i contatti della destra fascista a Claire Luce, una volta nominata ambasciatrice? Abbiamo scoperto che la domanda è mal posta, poiché quei personaggi non sono contatti ma compongono pezzi della rete del blocco di potere Stay Behind… Ci sarebbe da chiedersi in realtà quanto la paura dell’invasione comunista possa essere percepità dal popolo italiano?

Non lo è, infatti… E visto che in Italia non esiste ancora un Hanry Luce, magnate dell’editoria, che possa costruire la realtà mediatica del sogno americano, insieme alla paura della bomba atomica, per garantire le infrastrutture del potere, allora meglio organizzarsi in modo clandestino al fine di deviare il corso delle vicende storiche, nel caso in cui ce ne fosse bisogno… Come sappiamo lo hanno fatto fino ad adessso, poiché gli uomini della Democrazia cristiana legati a Stay Behind, hanno potuto fare il bello e il cattivo tempo…

Ma sembra esserci una novità, come abbiamo già scritto. Dentro il partito stesso della Democrazia cristiana, quella forza politicamente antagonista al blocco di potere Stay Behind assume sempre più potere. Ci riferiamo a Iniziativa democratica e al suo leader, il professor Amintore Fanfani.

E’ una storia strana questa per noi americani abituati a raffrontarci con un epigono quale potrebbe essere il partito democratico. In Italia, come abbiamo visto, la Democrazia cristiana è invece l’insieme di più partiti che si chiamano correnti. Si combattono ma gestiscono il potere insieme.

Un uomo Stay Behind coinvolto in uno scandalo

Amintore Fanfani, antagonista del blocco di potere Stay Behind, ha giurato il 16 luglio come Ministro degli Interni di un governo presieduto da Alcide De Gasperi, il cui vice è Attilio Piccioni, cioè i due artefici di Stay Behind.

Ora, succede che la morte di Wilma Montesi, in modo molto sommesso, qualcuno la voglia assocare al figlio di Piccioni, Piero, un musicista frequentatore delle feste romane…

Pensiamo per un attimo: cosa potrebbe succedere, nel sistema di potere italiano, se uno degli artefici del blocco di potere Stay Behind, anzi il successore dell’attuale leader De Gasperi, crollasse a causa di uno scandalo…?

Forse la strategia della povera Claire Luce, che vorrebbe al potere, come successore di De Gasperi, proprio il fido Attilio Piccioni, verrebbe messa in seria crisi e l’astro nascente Fanfani potrebbe avere campo facile per prenderlo lui il potere…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.