THE VOICE OF DISSENT HISTORY – La crociata della signora Claire Luce

il

L’ambasciatrice maccartista in Italia impegnata a “demagnetizzare” il comunismo nella patria di Macchiavelli.

By Generale Marijuana

New York, 20 giugno 1953 – Sono passati pochi mesi dall’insediamento dell’ambasciatrice Claire Both Luce in Italia e la sua residenza romana di Villa Taverna sembra sia diventata una delle sedi istituzionali del paese ospitante. Mentre negli Stati Uniti la caccia ai comunisti sta rovinando carriere e vite, a causa di quel grigio uomo del senatore Joseph McCarthy, in Italia la crociata americana al comunismo viene condotta dalla fascinosa ambasciatrice che con quel suo piglio da generale seduttrice ha schierato attorno a se una pletora di personaggi provenienti per lo più dalle file di quello che fu il regime fascista…

In realtà l’attivismo della Luce, riguardo all’azione politica del governo italiano, nasconde una precisa strategia simile a quella del suo epigono McCarthy. Certo, le cose italiane sono parecchio ingarbugliate considerato che la giovanissima repubblica è il prodotto di mediazioni ed equilibri misteriosi. Il blocco di potere capitanato dal leader della Democrazia cristiana Alcide De Gasperi, promotore, all’indomani della seconda guerra mondiale, della Dottrina Tuman, su cui Ike ha voluto investire, sembra dover competere con un nuovo leader emergente: Amintore Fanfani. Uno storico dell’economia, artefice di una di quelle che in Italia vengono definite “correnti”: “Iniziativa democratica”.

In breve possiamo dire che gli italiani all’interno dei partiti politici usano formare questa sottospecie di mini partito, tipo scatola cinese. Tutti fanno finta di partecipare alla vita della loro organizzazione, attraverso la cosiddetta “dialettica”: criticano la leadership per avere più peso nel quadro generale dei rapporti di forza. Il peso si misura in funzione di quanti posti di potere quella corrente ha ottenuto dentro questo o quel governo, che in Italia, probabilmente proprio per questa ragione, cambiano con una velocità impressionante: nell’ordine di mesi. Ma nel paese di Machiavelli non potrebbe essere diversamente: gruppi che dentro le istituzioni governano insieme e fuori si fanno la guerra all’ultimo sangue…

Fatto sta che le preoccupazioni dell’ambasciatrice Luce sono numerose… Ha suddiviso la Democrazia Cristiana, ma in verità tutto il sistema politico-economico italiano, in buoni e cattivi, cioè in amici e nemici o per meglio dire affidabili e inaffidabili. Ma affidabili per cosa? Per togliersi di mezzo i comunisti evidentemente… E tutti coloro che con essi hanno un qualche rapporto.

Avendo difficoltà interne al sistema politico, l’arpia americana si sta rivolgendo principalmente agli imprenditori. Cioè a dire sta creando una rete di imprenditori con lo scopo di emarginare il sindacato comunista Cgil dalle fabbriche. Sembra questo il perno della sua strategia di demagnetizzazione…

Tutto questo perché in Italia è in atto uno scontro di potere: il blocco degasperiano, nato dall’operazione di demagnetizzazione, muove guerra prima ai comunisti e poi al nuovo apparato interno, il cui leader è Amintore Fanfani. Povera ambasciatrice, le sarà preso un colpo quando, il 7 giugno, la DC ha fallito l’occasione di prendere la maggioranza assoluta alle elezioni politiche, insieme ai partiti satelliti che gli ruotano intorno…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.